Arcore, l’omaggio a Berlusconi: “Grazie in eterno presidente”


Nonostante la pioggia, molte persone hanno reso omaggio a Berlusconi davanti a Villa San Martino, dove da ieri è allestita la camera ardente, allestita in forma strettamente privata

Dal nostro inviato Marco Pasotto

Il diluvio mattutino su Arcore non ha ovviamente intaccato l’affetto della gente. Al massimo ha indotto “visite” più rapide, ma sono comunque state diverse le persone che anche oggi hanno voluto rendere omaggio a Berlusconi portando un oggetto – o anche solo fermandosi in raccoglimento – davanti a Villa San Martino, dove da ieri è allestita la camera ardente di Silvio. Una camera ardente – ieri come oggi – in forma strettamente privata, a cui sono stati e saranno ammessi soltanto i familiari e le persone a lui più vicine, nella residenza dove soltanto tre giorni fa il leader di Forza Italia avrebbe dovuto incontrare i vertici del suo partito (e dove lui avrebbe voluto spegnersi). La residenza dove Berlusconi ha ideato e condotto tante operazioni cruciali – dalla politica all’economia, dall’imprenditoria allo sport – lungo la sua esistenza.

Macchia Rossa

—  

Fuori, nel piccolo prato a pochi metri dall’ingresso della villa tenuta sott’occhio con discrezione dalle forze dell’ordine (le vie d’accesso sono state interdette ai veicoli a motore in modo da evitare ingorghi), c’è una macchia rossa che si estende per qualche decina di metri. Rossa perché a spiccare sono soprattutto sciarpe, bandiere e magliette di Milan e Monza, lasciate dai tifosi arrivati qui in questo pellegrinaggio laico. E poi mazzi di fiori, foto, dediche, lettere, qualche vessillo di Forza Italia, mentre poco più in là gli ultrà monzesi della Curva Pieri hanno appeso un grande striscione: “Grazie in eterno presidente”. Poco più in là, dietro alcune transenne allestite appositamente, l’angolo riservato ai media con decine di troupe italiane ed estere in questa vigilia dei funerali di Stato, in programma mercoledì 14 in Duomo a Milano.

In visita

—  

Lungo la mattinata sono proseguite le visite di chi era ammesso all’interno della residenza, fra cui la capogruppo di Forza Italia al Senato, Licia Ronzulli, e l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, mentre fuori il prato si arricchiva di altri mazzi di fiori. C’è anche chi ha preferito dargli un ultimo saluto così, davanti alla sua abitazione, quasi in forma riservata rispetto ai funerali di Stato dove tutto assumerà un aspetto solenne. In piazza Duomo verranno allestiti alcuni maxischermi per permettere alla gente di seguire la funzione.


Source link