Bimbo di tre anni cade in piscina. Quando il padre lo ha messo in salvo non respirava più


L’hanno trovato svenuto. Il corpo che galleggiava nell’acqua ancora fredda della piscina di casa in via Cascina Sordina, a None, il comune di 8 mila abitanti in provincia di Torino. I genitori domenica pomeriggio erano in casa quando si sono accorti che il figlio, tre anni appena, era caduto in piscina. L’incidente si è consumato in pochi secondi.

Il padre Marco, un impiegato torinese di 37 anni, è intervenuto subito, insieme alla moglie. Ha tirato fuori il figlio dall’acqua e gli ha prestato i primi soccorsi in attesa dell’arrivo del 118. Il piccolo non respirava più. I medici di prima emergenza gli hanno praticato il massaggio cardiaco, il cuore ha ripreso a battere con regolarità. Dopodiché il paziente è stato trasportato in eliambulanza all’ospedale Regina Margherita di Torino, dove è ancora ricoverato in prognosi riservata: per fortuna non è in pericolo di vita.

In via Cascina Sordina domenica sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di None che hanno ascoltato i genitori e hanno accertato che si è accertato di un incidente domestico dovuto alla vivacità del piccolo che è sfuggito allo sguardo dei genitori per pochi istanti ed è caduto in acqua, rischiando di annegare.


Source link