Canada, prima giornata firmata Mercedes con Hamilton e Russell. Buona Ferrari, Sainz 3°


A Montreal le prime libere hanno visto le rivali della Red Bull comportarsi bene: Lewis e George hanno preceduto lo spagnolo del Cavallino, Alonso e Leclerc. Verstappen 6°, pioggia forte nel finale

– montreal (canada)

Una super sessione di 90 minuti ha detto che Mercedes, Ferrari e Aston Martin vogliono provare a farsi sentire contro la Red Bull in Canada. Lewis Hamilton e George Russell hanno segnato il miglior tempo della prima giornata a Montreal davanti alla rossa di Carlos Sainz, all’Aston di Fernando Alonso e alla seconda rossa di Charles Leclerc. Sesto crono per il campione del mondo Max Verstappen. 

con le pinze

—  

Ma è una prima giornata da prendere con le pinze perché le libere 1 non si erano disputate per un guasto a una stazione del circuito chiuso. In realtà la prima sessione si era disputata per 6 minuti, poi c’è stata un’interruzione per rimuovere l’Alpine di Pierre Gasly rimasta in panna e poi non sono più ripartite, appunto per un guasto al circuito televisivo che i tecnici non sono riusciti a sincronizzare. Il miglior tempo lo aveva stabilito Valtteri Bottas in 1’18”728 davanti alle Aston Martin di Lance Stroll e Fernando Alonso e alle Red Bull di Sergio Perez e Max Verstappen. Ma si è trattato di tempi assolutamente non indicativi perché nessuno ha potuto completare il programma di lavoro. 

segnali

—  

Così tutti hanno dovuto darci dentro nella seconda sessione che la Fia ha saggiamente deciso di allungare di 30 minuti. Dunque nei 90 minuti di lavoro i team hanno effettuato lavori di simulazioni qualifica e passo gara difficili da decifrare, anche perché domani è molto alto il pericolo pioggia e dunque le qualifiche si potrebbero disputare in condizioni totalmente differenti. Le Mercedes si sono messe davanti dimostrando che il processo di miglioramento è in corso, le Ferrari hanno mostrato buona velocità sul giro singolo, l’Aston Martin è sempre in agguato. Segnali per la Red Bull?

problemi alpine

—  

Chi ha sofferto sicuramente è stata l’Alpine, che ha visto le macchine di Gasly e Ocon fermarsi in pista entrambe per un problema tecnico, una a sessione. Problemi anche per Hulkenebrg, il cui motore Ferrari è andato in fumo in pieno rettilineo. Forse non a caso le rosse di Leclerc e Sainz in questo weekend hanno deciso di cambiare l’unità endotermica. Domani libere 3 alle 18.30 e le qualifiche alle 22.




Source link