Chelsea su Maignan, ma il Milan prepara il rinnovo


Per il portiere francese sarà una lunga estate. Il club rossonero intende blindarlo ma è pronto ad ascoltare offerte monstre. E i Blues hanno appena comunicato a Kepa e Mendy che non saranno più in squadra

Un portiere così, non può che far gola a molti grandi club. Lo sa il Milan e probabilmente lo sa lo stesso Maignan, titolare anche della nazionale francese. E non a caso, il numero uno rossonero è il prossimo sulla lista dei rinnovi. Nel frattempo, però, Maignan è finito già nel mirino del Chelsea che, secondo l’Equipe, valuta come strutturare un assalto estivo per compensare la separazione prevista da Kepa Arrizabalaga e Edouard Mendy. Per ora, si tratta solo di uno scenario che però suona da allerta per i vertici del Milan, dove non c’è più Paolo Maldini, uno cui il francese si sentiva molto legato.

Muro

—  

Non è passato inosservato infatti il post dove Maignan si chiedeva se fosse “sempre Milan”, dopo il divorzio da Maldini. Da qui parte l’Equipe che ha raccolto l’indiscrezione dell’interesse del Chelsea che starebbe già muovendo le prime pedine. Anzi, la cellula di scouting dei Blues lo considera come il profilo giusto per sostituire Kepa e Mendy cui è già stata comunicata l’intenzione di non continuare insieme. E poi, il Chelsea segue Maignan fin dal 2020 quando giocava al Lilla. L’anno seguente fu abile il Milan a convincere il francese a trasferirsi a Milano, facendone l’erede di Donnarumma. Stavolta invece servirà alzare il muro.

Offerta

—  

Anche perché su Maignan si potrebbero muovere altri grandi club. Ne è cosciente il Milan che si appresta a dare il via ai negoziati per il rinnovo (l’attuale scadenza è 2026), che includerebbe un sostanzioso aumento dell’ingaggio. Il francese infatti fa parte dei giocatori di massimo riferimento e come Leao potrebbe beneficiare di una deroga alle consuetudini contrattuali del club, in modo da ottenere – come per il portoghese – uno stipendio sui 5 milioni più bonus (quello attuale è 2,8 netti). Un modo per fargli sentire la fiducia della società e il ruolo centrale nel progetto. Insomma, Maignan fa parte della ristretta cerchia degli intoccabili, che non significa però incedibili. E’ chiaro che se per lui, come magari per Hernandez, dovesse arrivare un’offerta indecente (tripla cifra?), il Milan si troverebbe quanto meno nella condizione di doverla valutare. Magari proprio per investire poi su altri giocatori con cui fare un salto di qualità futuro. La priorità massima in ogni caso rimane il rinnovo, ma l’estate di Mike rischia di essere calda e lunga.


Source link