Ciclismo, Giro Next Gen: Christen trionfa a Pian del Cansiglio. Staune-Mittet è rosa


Nel tappone dolomitico vince lo svizzero che corre nella squadra di Axel Merckx e dedica la vittoria a Mader. Viene dal team giovanile “Pogi team” sostenuto da Pogacar ed è campione nazionale strada, pista, cross e mountain bike. Passerà pro con la Uae nel 2024. Il norvegese allunga ancora in classifica e domenica festeggerà il trionfo finale a Trieste

Davide Romani

Jan Christen (Hagens Berman Axeon) ha vinto la settima e penultima tappa del Giro Next Gen, Possagno-Pian del Cansiglio, 176 km, con 3800 metri di dislivello. Al secondo e terzo posto si sono classificati la maglia rosa Johannes Staune-Mittet (Jumbo-Visma Development Team) a 13″ e Luca Cretti (Team Colpack Ballan) a 15″; decimo a 1’48” il valtellinese Alessio Martinelli (Green Project Bardiani), miglior italiano. Lo svizzero sul traguardo ha rivolto le braccia al cielo per ricordare il connazionale Gino Mader, morto venerdì per le conseguenze della terribile caduta al Giro di Svizzera. Il norvegese Staune-Mittet ha rafforzato la sua maglia rosa e adesso ha 47″ sull’irlandese Darren Rafferty (Trinity); terzo il tedesco Hannes Wiksch (Tudor) a 2’02”, settimo Alessio Martinelli a 3′, primo degli azzurri anche in classifica.

Jan Christen viene già indicato come il prossimo Pogacar: ha appena 18 anni, è nato il 26 giugno 2004, corre nella squadra Continental diretta da Axel Merckx (il figlio del Cannibale), è campione nazionale strada, pista, cross e mountain bike, ed è cresciuto nel Pogi Team, la formazione giovanile di Tadej Pogacar, con il quale ha vinto il Mondiale 2022 di ciclocross. Ha già firmato un contratto quadriennale (fino al 2027) per passare professionista nel 2024 nell’Uae Emirates.

Domani ottava e ultima tappa del Giro Next Gen organizzato da Rcs Sport: Tavagnacco-Trieste, 135 km. Partenza dal paese di Enzo Cainero, il patron delle tappe del Giro in Friuli morto cinque mesi fa, e conclusione in piazza dell’Unità a Trieste: la città giuliana torna ad ospitare il grande arrivo di una corsa a tappe dopo il Giro d’Italia 2014, vinto dal colombiano Nairo Quintana.




Source link