Consorzio Ecologico Cuneese, partita la nuova la gestione dei servizi ambientali…

Consorzio Ecologico Cuneese, partita la nuova la gestione
dei servizi ambientali nel bacino territoriale di Cuneo affidata
alla società San Germano (Gruppo Iren)

Cuneo, 12 marzo 2024 – Il Consorzio Ecologico Cuneese, Consorzio di Area Vasta con funzioni di governo e coordinamento dell’organizzazione dei servizi per la gestione unitaria dei rifiuti urbani, ha affidato con gara pubblica alla San Germano – società del Gruppo Iren – la gestione dei servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati, di nettezza urbana e di ulteriori servizi per la tutela dell’ambiente, relativi al Comune di Cuneo e ad altri 53 Comuni della provincia.

L’affidamento, avviato il 1° marzo 2024, avrà una durata di sette anni e coinvolge un bacino complessivo di 162 mila abitanti, che comprende il capoluogo di provincia, l’area circostante e le valli Gesso-Vermenagna-Pesio, Grana, Maira e Stura: i servizi oggetto dell’affidamento includono l’attività di raccolta sia porta a porta che con sistemi stradali, lo spazzamento meccanizzato e manuale, anche in contesti urbanistici e paesaggistici di pregio e la gestione dei centri di raccolta.

Il piano di azioni che San Germano e il Gruppo Iren realizzeranno sul territorio prevede inoltre il progressivo potenziamento di una molteplicità di servizi: dall’estensione degli orari di apertura dei centri di raccolta all’attivazione di nuove raccolte porta a porta in accordo con le amministrazioni locali, dall’implementazione di nuovi servizi di spazzamento meccanizzato, oltre che di disinfezione e idropulizia, all’avvio di attività di monitoraggio con l’impiego di Ispettori Ambientali.

È inoltre previsto l’impiego di soluzioni volte a guidare il territorio in un percorso di transizione ecologica e digitale, anche per migliorare la qualità e mitigare l’impatto ambientale del servizio: tra questi il rinnovamento del parco mezzi, che vedrà l’introduzione di oltre 130 nuovi mezzi, anche ibridi ed elettrici, e l’introduzione della nuova app gratuita IrenAmbiente, che permetterà una comunicazione semplice e personalizzata tra utenti e azienda.

Tutte le attività saranno accompagnate da attività di comunicazione capillari e diversificate, e che prevedono anche il coinvolgimento delle scuole, oltre ad azioni mirate per i mercati, il settore turistico e gli amministratori di condominio.

San Germano e il Gruppo Iren metteranno dunque a disposizione il know-how maturato nelle diverse regioni in cui già erogano il servizio, grazie a un investimento complessivo previsto pari a oltre 11 milioni di euro e alla garanzia di mantenimento dell’attuale forza lavoro, che vede impegnati sul territorio oltre 200 operatori.

“L’avvio dei servizi ambientali nei comuni del Consorzio CEC ci permetterà di esprimere le best practice del Gruppo nel campo dei servizi ambientali e di avviare un confronto più strutturato e puntuale con tutti gli attori del territorio – dichiara Eugenio Bertolini, amministratore delegato di Iren Ambiente -. Il bacino in cui opereremo ci consente inoltre di consolidare il posizionamento di Iren in Piemonte, esportando il know how del Gruppo Iren nell’ambito dei servizi ambientali, caratterizzato da cura e attenzione verso i cittadini e da servizi su misura rispondenti alle specifiche esigenze delle comunità in cui operiamo”.

Così la Sindaca di Cuneo Patrizia Manassero: “Diamo il benvenuto alla società San Germano sul nostro territorio. La città di Cuneo, capoluogo di Provincia, ha bisogno di ricevere cura in modo da risultare accogliente e confortevole per suoi cittadini e i tanti visitatori. L’obiettivo che mi sta a cuore è anche di rendere il territorio virtuoso in quanto a raccolta e gestione dei rifiuti”.

Il dottor Pier Giacomo Quiriti, Presidente del Consorzio ecologico cuneese sottolinea: “È la prima volta che 54 comuni del Consorzio affrontano un appalto unico incentrato sulla corretta gestione dei rifiuti e sulla riduzione dell’impronta ambientale. Pertanto, siamo lieti di intraprendere il progetto che verrà portato avanti dalla ditta San Germano unitamente al Consorzio ecologico”.




Source