Coppa Italia, Fiorentina, Italiano: “I tifosi ci aiutano sempre”

Il tecnico viola presenta la semifinale d’andata di Coppa Italia contro l’Atalanta e carica l’ambiente: “Orgogliosi di essere protagonisti di una competizione che abbiamo sempre affrontato al massimo”

Dalla nostra inviata Ilaria Masini

Una gara spettacolare da “condire con qualcosa di straordinario”. Vincenzo Italiano immagina così la sfida di Coppa Italia di domani sera contro l’Atalanta. “Sarà una battaglia fra due squadre che tengono molto a questa competizione e daranno entrambe il mille per mille, come ogni volta che si sono affrontate in passato. Il percorso è sempre difficile e serve concretezza perché fra andata e ritorno dobbiamo cercare di essere perfetti e concentrati al massimo, limitando gli errori”.

obiettivo concreto

—  

Provare a vincere la Coppa Italia è un obiettivo dichiarato della Fiorentina che sta diventando una specialista nell’arrivare alle fasi finali del torneo nazionale: “Siamo orgogliosi di essere protagonisti di una competizione che abbiamo sempre affrontato al massimo. Il primo anno che ero a Firenze siamo arrivati in semifinale, l’anno scorso in finale contro l’Inter e ora siamo di nuovo rimasti in quattro club a contenderci il trofeo e davanti abbiamo l’Atalanta, una squadra forte, in salute ma contro cui dobbiamo farci trovare pronti”.     

le scelte

—  

Per la formazione ci sarà un po’ di turnazione perché alcuni giocatori sono “stremati” come ha ripetuto Italiano. E così rispetto al campionato possono tornare dal primo minuto Arthur, in panchina con il Milan, Bonaventura che era squalificato, e Nico Gonzalez che è stato impiegato per una ventina di minuti nel finale. Forze fresche per provare a conquistare una vittoria nella partita d’andata in programma domani sera alle 21 al Franchi. Da valutare invece Martinez Quarta che è stato convocato ma non è al meglio della condizione. Sugli spalti ci saranno circa 20mila spettatori: “I tifosi ci aiutano sempre ad andare oltre i nostri limiti  – conclude Italiano – e noi siamo obbligati a spingere anche per loro, per cercare di ottenere un grande risultato”.




Source link