Cristiano Ronaldo chiede un rimborso all’Irpef di 4-5 milioni di euro


Le tasse pagate dal fuoriclasse portoghese nel periodo juventino sarebbero frutto di una non corretta interpretazione di quanto dovuto allo Stato, secondo i legali del giocatore

Cristiano Ronaldo ha tentato di ottenere un rimborso dell’Irpef per una somma tra i 4 e i 5 milioni di euro. Si tratta di tasse già regolarmente versate dal fuoriclasse portoghese durante il periodo in cui giocava nella Juventus, ma che – secondo l’istanza che ha presentato – sarebbero frutto di una non corretta interpretazione di quanto dovuto allo Stato rispetto alla legge che offre qualche privilegio fiscale a chi – a fronte un certo reddito – si trasferisce in Italia.

CONTENZIOSO

—  

CR7 si è avvalso del supporto di un team di fiscalisti e legali di primissima fascia, al fine di rendere impeccabile la sua gestione delle tasse italiane: il contenzioso ruota attorno ai diritti d’immagine per attività svolte all’estero, che – secondo i consulenti dell’attaccante portoghese – per un’interpretazione allargata della norma sarebbero da legare a una tassazione agevolata, dal momento che la legge consente – a chi si trasferisce in Italia – di pagare una somma forfettaria di 100 mila euro (che si riduce a 25 per i familiari) per tutti i redditi prodotti all’estero. Il ricorso contro l’Agenzia delle entrate è stato però respinto due volte, con parere negativo, dalla Corte di giustizia tributaria del Piemonte: ora il contenzioso si sposterà in sede di Cassazione.


Source link