Da Pioltello a Budapest, l’insofferenza della destra verso il Quirinale

Roma — È un’insofferenza che, nelle stanze della destra, viaggia silenziosa. Giorgia Meloni non fa trapelare posizioni ufficiali e l’indicazione ai suoi parlamentari, nei giorni caldi del caso Salis culminati con la telefonata di Mattarella al padre dell’attivista detenuta in Ungheria, è stata quella di non commentare in alcun modo.


Source link