Emanuela Carpani è la nuova soprintendente di Torino


L’architetto Emanuela Carpani è la nuova soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Torino. Nominata nei giorni scorsi, succede alla collega Lisa Accurti, che ha lasciato l’incarico alla fine di maggio. Accurti, già alla guida della soprintendenza di Alessandra Asti e Cuneo, quindi, dalla scorsa estate, di quella torinese, è vincitrice di un corso-concorso per l’immissione in ruolo nei ranghi della pubblica amministrazione dello Stato, superato il quale potrebbe anche tornare in Piemonte.

Emanuela Carpani (Crema, 1968) è l’attuale soprintendente di Milano, incarico che è venuto dopo quello alla guida degli uffici di Venezia e a cui aggiungerà ora quello torinese. Ha fatto parte del Comitato tecnico scientifico Belle Arti e del Consiglio Superiore beni culturali e paesaggistici del Ministero della cultura. E’ stata ricercatrice in ruolo e docente in Restauro al Politecnico di Milano, dove si è laureata nel 1993. Al suo attivo numerose pubblicazioni su temi legati al restauro architettonico e alla tutela del paesaggio.

A Torino l’architetto Carpani si troverà ad affrontare importanti progetti, che daranno almeno in parte un nuovo volto alla città. Dalla rinascita della Cavallerizza, in mano a un altro “milanese”, l’architetto Cino Zucchi, alla realizzazione della nuova piazza coperta nel cortile del Museo Egizio, in vista del bicentenario del 2024. Tra i grandi cantieri di un prossimo futuro, anche quelli per la linea 2 della metropolitana.


Source link