Energia, in Spagna il costo va sottozero. Grazie alle rinnovabili

Chi pensa che le rinnovabili costino più dell’energia da fonti fossili si dovrà ricredere. La notizia arriva dalla Spagna e la dice lunga: ieri il Paese ha goduto di alcune ore con il prezzo dell’energia in negativo, proprio grazie alle fonti rinnovabili. Grazie alle perturbazioni degli ultimi giorni, infatti, la produzione di eolico e idroelettrico nel Paese iberico sono esplose. Tra le 13 e le 16 del giorno di Pasquetta, l’elettricità è costata -0,01 euro. La stessa situazione si era già verificata lo scorso marzo quando gli operatori spagnoli hanno potuto comprare elettricità all’ingrosso per zero euro. In Spagna nei giorni scorsi si è infatti abbattuto il ciclone Nelson con burrasche e raffiche di vento fino a 100 chilometri orari che hanno massimizzato la produzione di energia nei numerosissimi impianti eolici.

Questa situazione però, non si rispecchia in una necessaria diminuzione verticale del prezzo delle bollette per i consumatori: a fronte dell’accaduto, l’iva sull’elettricità è stata subito alzata dal 10 al 21%.

Secondo quanto riporta il quotidiano El Pais, il governo aveva annunciato di voler mantenere l’iva sull’elettricità al 10%. Il governo aveva ridotto l’iva sull’elettricità dal 21% al 10% nel giugno 2021, all’inizio delle turbolenze legate alla crisi energetica. Un anno dopo, durante l’offensiva russa in Ucraina, l’iva era stata nuovamente ridotta dal 10% al 5%. Ora si sta intraprendendo il cammino inverso.

Il primato spagnolo

Dati Eurostat mostrano che la Spagna è uno dei paesi europei più virtuosi per quanto riguarda la produzione di energia da fonti rinnovabili. Nel 2022 è stata settima per aumento della proporzione del consumo finale di energia da fonti rinnovabili, con sette punti percentuali in più rispetto al 2021.

Secondo una previsione della società di consulenza energetica Rystad Energy, oggi il Paese è sulla buona strada per essere il primo Paese europeo in grado di generare più del 50% del fabbisogno nazionale di energia da fonti rinnovabili. La nazione è stata tra le prime ad abbracciare l’eolico onshore, una tecnologia che ora costituisce oltre il 20% della produzione di energia elettrica in Spagna. Inoltre, cospicui investimenti nel settore del solare fotovoltaico hanno notevolmente ampliato la capacità e la produzione di energia verde negli ultimi anni. L’idroelettrico, precedentemente la principale fonte di energia rinnovabile del paese, ora contribuisce approssimativamente al 10% della produzione totale di energia spagnola.


Source link