Final Fantasy VII Rebirth, l’analisi del trailer della Summer Game Fest

La sorpresa finale dell’evento di apertura della Summer Game Fest è stata un nuovo trailer di Final Fantasy VII Rebirth: ecco cosa racconta…

Dopo una lunga serie di criptici post sui social, Square Enix ha svelato il primo gameplay trailer di Final Fantasy VII Rebirth. Mostrato alla fine della Summer Game Fest, il nuovo trailer ci ha permesso di scoprire tante informazioni sulla seconda parte del remake.

Abbiamo analizzato istante per istante i tre minuti del trailer, cogliendo tutti i riferimenti al gameplay e alla storia del nuovo rifacimento. Ecco tutto quello che abbiamo scoperto nel trailer di Final Fantasy VII Rebirth, e dal confronto con il gioco originale.

Final Fantasy VII Rebirth | L’analisi del trailer —

Il trailer si apre con Midgar in rovina dopo il combattimento della gang con Sephiroth, con molti che vengono portati via in ambulanza per via delle loro ferite. Qualche tempo dopo, il gruppo lascia Midgar ed entra nell’open world di Gaia, con Aerith che rimarca quanto sia verde questo mondo, prima di venire rimproverata da Red.

Gaia è molto più approfondito e ricco che nel gioco originale, in cui gli utenti potevano solo passare rapidamente da una città all’altra. Qui, l’esplorazione tra le città sembra almeno tanto interessante quanto girare per le città stesse. Nel gioco originale, Gaia era quasi completamente aperta, mentre qui vediamo l’indicatore di un obiettivo nella parte alta dello schermo che sembra volerci guidare lungo un percorso più lineare.

final fantasy vii rebirth

Possiamo vedere una delle prime aree in cui il gruppo arriva dopo aver lasciato Midgar, la fattoria dei Chocobo, e li vediamo tutti cavalcare dei Chocobo mentre esplorano le rovine. A questo punto possiamo sentire le voci di Aerith e Tifa che discutono dell’incidente di Nibelheim, con la seconda che spiega come non ricordi della presenza di Cloud lì. Lo stesso accade nel gioco originale e non significa necessariamente che la storia sarà diversa in questo punto.

Il mondo dopo Midgar —

Abbiamo avuto la chance di dare un’occhiata anche a Cosmo Canyon, città natale di Red, con il gruppo che parla del flusso vitale del pianeta insieme a Bugenhagen. A proposito di Red, vediamo anche i giocatori assumerne il controllo per la prima volta come membro del party. 

Veniamo inoltre introdotti ad Elena, anch’ella già vista nell’originale: è un membro dei Turk al lavoro per la Shinra, e vediamo persino una boss fight con lei protagonista. In un passaggio c’è pure Yuffie che combatte insieme al party principale per la prima volta (era stata al centro del DLC Intermission dell’edizione Intergrade di Final Fantasy VII Remake) e si esibisce in un attacco combinato con Red.

final fantasy vii rebirth

L’incidente di Nibelheim ha un ruolo importante nella storia, e vediamo Tifa che viene attaccata da Sephiroth al Reattore Mako. Sephiroth dice: “lo sai che l’ho uccisa, quindi chi è lei?”, riferendosi apparentemente a Tifa. Tuttavia, è probabile che, come nell’originale, Tifa sia stata soltanto gravemente ferita da Sephiroth al Reattore Mako.

Dove finirà Rebirth? —

Final Fantasy VII Rebirth è in uscita ad inizio 2024 e sarà il primo gioco per PS5 a venire pubblicato su due dischi. Dai video che abbiamo visto, crediamo che questa parte si concluderà esattamente dove finisca il Disco 1 del gioco originale. Questa supposizione deriva dal combattimento contro Jenova che ci viene mostrato alla fine del trailer, che si trovava proprio in quel punto nella storia del classico per la prima PlayStation.

Scritto da Georgina Young per GLHF


Source link