Finale Champions Inter-City, Haaland: “Inter forte, ma noi gruppo incredibile”


L’attaccante del City alla vigilia della finale con i nerazzurri: “Siamo un gruppo incredibile, segnare con questa squadra è più facile”

Dal nostro corrispondente Davide Chinellato

“Giocare in una finale di Champions League sarà speciale, un onore. Ma c’è anche del lavoro da fare”. Da Uefa.com, in un’intervista che anticipa quella che i tifosi troveranno sul Match Programme di sabato allo stadio a Istanbul, Erling Haaland racconta la sua stagione europea e sceglie il suo gol preferito: quello segnato contro il Borussia Dortmund a settembre, la spaccata volante su un cross altrettanto incredibile di Cancelo. “Ho sempre voluto segnare un gol come quello, è stato bello vedere la palla entrare. Ed è stato anche un gol importante nella fase a gironi”.

Finale

—  

Quel gol acrobatico è uno di quelli che rendono Haaland il capocannoniere dell’edizione 2022-23 della Champions, uno di quelli che sono serviti al City per arrivare alla finale contro l’Inter. “Abbiamo avuto una stagione incredibile, ma dobbiamo chiuderla nel miglior modo possibile. Faremo tutti il massimo per vincere questa finale – dice -. Dovremo essere al nostro meglio contro l’Inter, un’ottima squadra contro cui non vediamo l’ora di scendere in campo”.

City e Pep

—  

Haaland racconta anche della sua stagione da record, quella che finora gli ha permesso di realizzare 52 gol e di viaggiare a 1,21 reti a gara in Champions. “Sapevo che avrei avuto l’opportunità di fare gol giocando in questa squadra – dice -. Quando attorno hai così tanti grandi giocatori, che ti danno l’opportunità di segnare o creano spazi per te, è normale che arrivino le occasioni. Io ho la fortuna di avere compagni che mi aiutano a fare il mio lavoro di mettere la palla in fondo alla rete. Serve tanto duro lavoro dentro e fuori dal campo per continuare a segnare, e quando ci riesco mi concentro immediatamente sul farne un altro. Ma questa squadra è incredibile: mettiamo tutti la stessa fame e la stessa voglia di vincere ogni singolo giorno. Ci aiutiamo l’uno con l’altro ed è il modo di avere successo. È un gruppo speciale non solo a livello di giocatori, ma anche di allenatore e staff”. Haaland racconta anche il suo lavoro con Guardiola. “Lui e il resto dello staff fanno il massimo per tirare fuori il meglio da ciascuno di noi. Ho già imparato tantissimo da lui e sono sicuro potrò imparare ancora tanto. Sapevo che mi sarei dovuto adattare a un nuovo allenatore, nuovi compagni e un nuovo modo di lavorare quando sono arrivato a Manchester, ma penso di essermi adattato bene e finora ho adorato ogni singolo minuto”.


Source link