Finale scudetto basket Milano-Bologna: calendario, giocatori chiave, allenatori


Olimpia-Virtus, per la prima volta nella storia, la stessa finale si ripete per il terzo anno di fila. Oggi alle 20.30 gara-1 al Forum di Milano

Per la prima volta nella storia dei playoff iniziata nel 1976-77 la finale scudetto si gioca tra le stesse squadre per il terzo anno di fila. Simmenthal e Ignis Varese giocarono tre spareggi consecutivi dal 1971 al 1973. Quarant’anni dopo Milano e Virtus, in ordine di classifica al termine della stagione regolare, ripropongono quel duopolio che l’introduzione prima della poule scudetto e poi dei playoff intese spezzare. Dal 2021, prima delle finali hanno perso solo una volta (Milano con Pesaro in gara-3 quest’anno) sulle 36 partite tra quarti e semifinali. Nelle ultime semifinali hanno eliminato Sassari e Tortona con un margine di 20 punti di media a partita.

Nel 2021 la Virtus ha vinto il titolo con un netto e imprevedibile 4-0 in finale. Lo scorso anno Milano ha chiuso la serie 4-2. Per la “bella” di quest’anno, il fattore campo è a favore di Milano grazie alla vittoria di 22 punti a Bologna a inizio gennaio. Nei precedenti stagionali, tranne all’ultima giornata di Eurolega a squadre già eliminate, le vittorie sono state tutte fuori casa. La Virtus ha vinto anche sul campo neutro di Brescia nella semifinale di Supercoppa.

La storia parallela dei due allenatori si arricchisce di un altro incrocio. Hanno esordito nello stesso anno, 1989, e al termine di quel campionato Scariolo vinse il titolo con Pesaro. A 29 anni è il più giovane tecnico scudettato della storia. Messina ha conquistato quattro volte l’Eurolega, Scariolo quattro Europei e un Mondiale con la Spagna. Il tecnico di Milano potrebbe vincere il sesto scudetto della sua storia, dopo i tre con la Virtus e quelli con Treviso e Milano. A sei, alle spalle dell’inarrivabile Cesare Rubini con 15, Guido Brocca allenatore giocatore degli Assi Milano negli anni Venti, e Simone Pianigiani (5 a Siena e uno a Milano). Ambedue hanno esperienza di Nba: Messina un anno da consulente ai Lakers e 5 da vice a San Antonio, Scariolo per 3 anni nello staff di Toronto con il titolo 2019. Ed è in corsa per la panchina dei Raptors.

Dalla panchina al campo, la sfida resta di altissimo livello. Shabazz Napier ha cambiato il volto dell’Olimpia da quando è arrivato a fine gennaio con leadership, punti, assist, recuperi. Milos Teodosic cambia volto alla Virtus praticamente ogni volta che mette piede in campo con i suoi splendidi assist e le triple al momento giusto. Dalle loro mani e dal loro talento passa una parte importante della sfida scudetto.

Gigi Datome compirà 36 anni a novembre, Marco Belinelli ne ha già fatti 37. Non è solo fatto di esperienza il bagaglio che portano alle loro squadre. Il Beli è il miglior realizzatore della Virtus con 12,8 punti in poco più di 20 minuti di media a partita. Spesso sono le sue triple a innescare i parziali vincenti. Il malumore dell’inverno per il poco impiego è passato così. Datome ha vissuto una stagione complicata per gli infortuni e un virus che lo hanno limitato. In campionato ha giocato 22 delle 37 partite di Milano. Nei playoff, però, ha ritrovato forma e mano: contro Sassari è stato fondamentale in gara-2, con due triple di fila ha lanciato il parziale decisivo in gara-3 e nella serie ha segnato 12 punti in 14,6 minuti di media con il 46,6% da tre.


Source link