Finlandia, sparatoria in una scuola: fermato un 12enne

La polizia finlandese è intervenuta questa mattina in risposta ad una sparatoria in una scuola a Vantaa, cittadina a pochi chilometri a Nord di Helsinki. L’allarme è partito all’apertura dell’orario scolastico, alle 9:08 ora locale, le 8:08 ora italiana.

(afp)

Ci sono stati dei feriti, tutti intorno ai 12 così come l’arrestato.
È infatti un 12enne il sospetto responsabile della sparatoria e hanno 12 anni anche le 3 persone rimaste ferite, tutte portate in ospedale. Lo riferisce la polizia locale, secondo quanto riporta il giornale Ilta-Sanomat. Al momento la polizia non ha riferito come il 12enne sia entrato in possesso dell’arma da fuoco, né ha precisato di che tipo di arma si tratti.

L’istituto conta circa 800 alunni tra le elementari e le medie e uno staff di 90 persone. “Il pericolo immediato è passato”, ha detto alla Reuters il preside Sari Laasila. “La giornata è iniziata in modo terribile. C’è stata una sparatoria nella scuola Viertola di Vantaa. Posso solo immaginare il dolore e la preoccupazione che molte famiglie stanno provando in questo momento. Il presunto colpevole è stato catturato”, ha detto il Ministro dell’Interno Mari Rantanen.

(afp)

Le sparatorie del passato

Le precedenti sparatorie nelle scuole in Finlandia hanno messo a dura prova la politica finlandese sulle armi. Nel 2007, Pekka-Eric Auvinen sparò e uccise sei studenti, l’infermiera della scuola, il preside e se stesso usando una pistola alla Jokela High School, vicino a Helsinki.

Un anno dopo, nel 2008, Matti Saari, un altro studente, ha aperto il fuoco in una scuola professionale a Kauhajoki, nel nord-ovest della Finlandia. Ha ucciso nove studenti e un membro dello staff maschio prima di puntare la pistola contro se stesso.

Le armi in Finlandia

La Finlandia ha inasprito la legislazione sulle armi nel 2010, introducendo un test attitudinale per tutti i richiedenti la licenza di armi da fuoco. Anche il limite di età è stato modificato da 18 a 20.

Ci sono più di 1,5 milioni di armi da fuoco autorizzate e circa 430mila titolari di licenze in una nazione di 5,6 milioni di persone, dove la caccia e il tiro al bersaglio sono attività popolari.


Source link