Galtier al Napoli, De Laurentiis prepara un biennale


Il presidente attende che il tecnico francese risolva il contratto con il Psg. Garcia è l’alternativa. No alla clausola per Sousa

Un marsigliese a Napoli potrebbe essere il titolo di un film poliziesco. E pare essere proprio il genere di pellicola che Aurelio De Laurentiis voglia produrre per la sua squadra campione d’Italia. Siamo arrivati al punto che Christophe Galtier, il marsigliese per l’appunto, è ora il maggiore favorito a succedere a Luciano Spalletti sulla panchina azzurra. I colloqui fra le parti sono stati soddisfacenti e al presidente piace l’uomo forte, capace di gestire uno spogliatoio multietnico. E al tempo stesso abituato a vincere, visto che negli ultimi tre anni ha conquistato due volte il titolo di campione di Francia. E se col Psg, in questa stagione, si trattava di una sorta di minimo sindacale, nel 2021 al Lilla non era per nulla scontato, considerato anche che aveva perso Victor Osimhen, il suo attaccante più forte finito proprio al Napoli. Tra l’altro Galtier appare molto motivato per una esperienza in Italia con una squadra che è fra le prime otto teste di serie in Champions.

È arrivato il momento di stringere i tempi. Lo sa benissimo De Laurentiis che, al di là delle dichiarazioni ufficiali, vuole dare al più presto una guida tecnica ai suoi campioni d’Italia. Al tempo stesso però la fretta è cattiva consigliera e il presidente sta aspettando con pazienza la soluzione migliore, rinviando il suo viaggio negli States. Il massimo dirigente appare “statico”, ma in effetti è in attesa che Galtier risolva il proprio contratto con il Paris Saint-Germain per poi entrare in una fase operativa per la gestione e la stipula del nuovo contratto. Ieri De Laurentiis è stato a Milano – insieme al suo responsabile della comunicazione, Nicola Lombardo – per assistere al funerale di Silvio Berlusconi. Ma i segnali che arrivano da Parigi autorizzano all’ottimismo. I legali del tecnico e quelli del Psg stanno lavorando con serenità alla risoluzione che dovrebbe arrivare nel giro di qualche giorno. Circa sei milioni andranno a Galtier come buonuscita ma ci sono tutta una serie di bonus e altre clausole da risolvere con un accordo fra le parti. Accordo che interessa a tutti di chiudere in fretta: all’allenatore per poter discutere concretamente con il Napoli; al club perché altrimenti non potrà tesserare la nuova guida, visto che in Francia vige una regola per la quale non si può tenere a libro paga più di un tecnico per la gestione della prima squadra. Il Napoli offrirà a Galtier un biennale da circa 4 milioni netti con opzione sul terzo anno, la stessa formula adoperata con Spalletti e anche nel 2021 il presidente aveva avuto un contatto con l’allenatore marsigliese.

De Laurentiis pare aver finito il suo largo giro di sondaggi. E se dovesse per qualsiasi motivo saltare la pista Galtier, ha individuato sempre in Francia l’alternativa: Rudi Garcia, che conosce bene il nostro campionato avendo già allenato la Roma. Scendono decisamente le quotazioni di Paulo Sousa: il presidente è rimasto positivamente impressionato dal colloquio col portoghese ma non pare avere intenzione di agire su clausole di rescissione. Al limite un’ancora è costituita da Rafa Benitez.


Source link