Giornata torinese per Brunello Cuccinelli

Giornata torinese per Brunello Cuccinelli che mercoledì è stato ospite della profumeria Sinatra Galerie de Beauté di piazza San Carlo per presentare le nuove fragranze maschili e femminili nate dalla collaborazione con EuroItalia, azienda specializzata nella creazione e distribuzione di profumi di lusso.

L’imprenditore umbro, ha scherzato a lungo con gli ospiti della famiglia Tagliaferri, proprietaria dello store: “Voi piemontesi e torinesi siete proprio eleganti. Siete un po’ inglesi”.

Cuccinelli ha poi fornito in un breve discorso la sua visione: “Vorrei parlare del grande valore del lavoro operaio. Credo che dobbiamo veramente tornare a dargli dignità morale ed economica. Penso seriamente che nelle nostre fabbriche i luoghi non siano troppo belli: siamo stati abituati che gli impiegati devono avere i loro uffici con le finestre mentre la produzione no. Invece abbiamo bisogno che i giovani vengano a lavorare nelle nostre fabbriche, per questo dobbiamo renderle più belle. E poi gli operai devono guadagnare di più. Se tutto è in equilibrio con il creato si lavora meglio e si vive meglio. È giusto fare i profitti, ma bisogna lavorare e insieme ridare tempo alla nostra anima. Forse destinando agli operai anche solo l’1% dei profitti si può cambiare la loro vita”. E ancora: “Possiamo immaginare che ci sia una sostenibilità del clima, ma anche economica, e culturale. Chiediamoci che cosa fa l’impresa a tutti i livelli per la cultura dei suoi uomini. Se si lavora in una bella atmosfera c’è più serenità. C’è anche una sostenibilità morale: siamo sicuri che per far crescere la nostra nazione non ci sia bisogno che noi lavoriamo e paghiamo le giuste tasse? Non voglio fare ramanzine, però, abbiamo bisogno di cambiare il nostro pensiero verso gli operai. Il mio babbo e i miei fratelli hanno fatto una vita dura, umiliati al lavoro. E poi poi bisogna trasmettere ai nostri figli e ai nostri nipoti la speranza anziché la paura”.

Cuccinelli ha inoltre ribadito che non ha alcuna intenzione di spostare l’azienda all’estero nonostante gli siano giunte alcune offerte, anche dal Lussemburgo: “Io sono italiano, voglio contribuire ed essere un piccolo custode della nostra splendida Italia, per quanto riguarda l’impresa. Quella del lavoro è una cosa molto molto seria. E parlo sempre di operai non di impiegati perché per noi manufatturieri l’ambiente di lavoro ha un valore altissimo. Prima l’ambiente di lavoro e poi i denari”.

Le fragranze sono l’ultimo prodotto della casa di moda, dopo gli occhiali lanciati con Luxottica  e Cucinelli ha spiegato che “servono ad ampliare l’immagine del brand”.

Soddisfatto Gianfranco Tagliaferri, patron delle profumerie Sinatra che contano sette punti vendita in Italia con 50 dipendenti e quasi 10 milioni di euro di giro d’affari, di cui la metà nel negozio di Torino: “Siamo l’unico store ad avere Cucinelli che viene a presentare le sue fragranze. É una certificazione del successo che abbiamo raggiunto negli anni soprattutto qui a Torino. Abbiamo aperto a fine 2019, ma abbiamo chiuso quasi subito per il Covid. Il 2022 è stato il nostro primo vero anno di attività, ogni mese cresciamo sempre di più. Solo in piazza San Carlo lavorano venti persone e quest’anno abbiamo inaugurato anche il dehor esterno”.

 


Source link