Gravi lesioni allo stomaco, ancora in coma il sospettato del femminicidio di Incisa Scapaccino

È ancora sedato e intubato, in terapia intensiva all’ospedale Cardinal Massaia di Asti, Paolo Riccone, 57 anni, unico sospettato, ad oggi, dell’omicidio di Floriana Floris, 49 anni, avvenuto a Incisa Scapaccino ( Asti).

Paolo Riccone

Paolo Riccone 

L’uomo, che al momento non è in stato di arresto, è piantonato da giorni dai carabinieri. Le sue condizioni sono stabili. Il suo risveglio è atteso a giorni, compatibilmente con i risultati degli accertamenti dei medici.

L’uomo infatti anche ieri è stato sottoposto a ulteriori esami, dopo che ha tentato il suicidio ferendosi i polsi, ingerendo medicine e bevendo candeggina, sostanza che gli ha provocato lesioni all’apparato digerente. Attualmente è ancora in coma farmacologico. Quando sarà risvegliato dovrà raccontare la sua versione dei fatti ai carabinieri di Asti e ai magistrati della procura di Alessandria. Continuano intanto le indagini dei carabinieri e del Ris di Parma. La casa di Incisa è ancora sotto sequestro.


Source link