Harry e Meghan, il divorzio c’è ma da Spotify


I duchi di Sussex licenziati da Spotify. L’accordo da 20 milioni sfuma tra le voci di divorzio

Giacomo Martiradonna

Stando alle voci di corridoio, mancherebbe poco, pochissimo al divorzio di Harry e Meghan. Se così sarà, lo scopriremo nei prossimi giorni. Intanto, però, una separazione più o meno consensuale si è già consumata: quella tra i duchi di Sussex e Spotify. I due rampolli stanno attraversando un momento difficile dopo il clamoroso fallimento del loro accordo multimilionario per la produzione del podcast Archetypes. Non avendo soddisfatto i benchmark di produttività richiesti, il colosso dello streaming ha deciso di non rinnovare il contratto con la coppia, che aveva firmato per una cifra monstre di 20 milioni di dollari. Lo hanno annunciato Spotify e Archewell Audio, la società di produzione audio dei due, in un comunicato congiunto. “Siamo orgogliosi della serie che abbiamo realizzato insieme” fanno sapere le parti in causa; peccato che evidentemente non fosse abbastanza.

un periodo difficile

—  

La notizia del divorzio da Spotify arriva in un momento in cui il brand di Harry e Meghan sta rapidamente perdendo valore negli Stati Uniti, che finora è stato il loro mercato di riferimento. Fonti vicine alla coppia hanno infatti rivelato che i duchi non produrranno più documentari o libri di memorie, poiché banalmente non hanno “più nulla da dire”. Inoltre, gli attacchi alla famiglia reale degli ultimi tempi sono forse diventati ripetitivi e di scarso valore per il pubblico, che si sta disamorando anche oltreoceano. La duchessa sembra essere tornata a concentrarsi sul suo blog di lifestyle The Tig, nel tentativo di ritagliarsi una sua nicchia nel mercato delle celebrity-influencer. Harry invece appare sempre più ossessionato dalla crociata contro la stampa, cui addita gran parte dei suoi guai. Alla luce della situazione attuale, dunque, il futuro di Harry e Meghan appare incerto.

l’ultima speranza

—  

Chissà se il contratto da 100 milioni di dollari firmato con Netflix avrà più successo, e se la coppia riuscirà a trovare nuovi spazi per i propri contenuti, e sopratutto un pubblico a cui interessino. E chissà se la riconciliazione con la famiglia reale, auspicata da Re Carlo, non possa rappresentare un’àncora di salvezza. Il tempo lo dirà




Source link