il megafono dei diritti LGBTQ+

Sabato 17 giugno alle 16,30 partirà il Torino Pride 2023. Tante le realtà associative che in questi ultimi giorni stanno annunciando la loro partecipazione al corteo più colorato dell’anno, riunite sotto lo slogan: “Tacchi rotti eppur bisogna andar”: da Non Una di Meno passando per Famiglie Arcobaleno (associazione genitori omosessuali), Artemixia (parte del Coordinamento Contro la Violenza sulle Donne città di Torino) e GenderLens (che affianca i genitori di persone trans o gender creative).

Come anticipato in questo articolo, il corteo partirà da corso Vercelli (Giardino Madre Teresa di fronte alla Circoscrizione 7) per poi procedere su corso Emilia, corso Brescia, via Bologna, corso XI Febbraio, corso Regina Margherita (tratto su controviale), rondò Rivella, corso San Maurizio, lungo Po Cadorna, corso Cairoli. Arrivo previsto nel parco del Valentino con gli speech di chiusura.

L’edizione di quest’anno si prospetta partecipata da parte di collettivi studenteschi, partiti politici e Onlus anche non afferenti al mondo LGBT; tutte le anime saranno accomunate da un chiaro messaggio di denuncia e rivendicazione: “La galassia di vite, esperienze e respiri LGBTQIA+ è più che mai sotto attacco, i nostri diritti vengono negati e calpestati.” – si legge nel manifesto del Pride – “Portiamo i segni visibili di questa violenza sui nostri corpi e sulle nostre vite, una violenza che non è soltanto fisica o verbale ma anche istituzionale. Li portiamo su ogni figliə con unə genitorə non riconosciutə, su ogni persona trans* che subisce transfobia istituzionale, su ogni vittima dell’omo-lesbo-bi-trans-a-fobia e su ogni richiedente asilo che vede la sua richiesta rifiutata. Saremo più arriabbiatз che mai e con i nostri lividi ben in vista, ancora in piedi e coi tacchi rotti in mano.”

Il coordinamento torinese ha annunciato che metterà a disposizione uno “spazio silenzioso“. All’inizio e alla fine del corteo quest’ultimo sarà un luogo lontano dai carri e dalla musica, dove poter chiedere acqua, sali minerali e tappi per le orecchie; durante la passeggiata invece sarà una postazione mobile inserita nella prima metà della colonna. Lo staff che delimiterà questo spazio sarà anche disponibile per ricevere richieste di aiuto in caso di episodi di violenza.

Nell’ambito della prevenzione delle Mst (Malattie sessualmente trasmissibili), il Fast Track Cities della Città di Torino metterà a disposizione dei test a risposta rapida per HIV e Sifilide.

Il corteo seguirà il seguente percorso: partenza – corso Vercelli (tratto corso Novara – corso Emilia), corso Emilia, corso Brescia, largo Brescia, via Bologna, ponte Bologna, corso XI Febbraio (carreggiata ovest), corso Regina Margherita (carreggiata laterale sud), Rondò Rivella (perimetrale sud), corso San Maurizio (carreggiata centrale), lungo Po Cadorna, piazza Vittorio Veneto (attraversamento), lungo Po Diaz, corso Cairoli, corso Vittorio Emanuele II (attraversamento), viale Virgilio, Parco del Valentino – arrivo.

Il percorso sarà chiuso al transito veicolare a partire dalle 13.30. Gli assi viabili attraversati dalla manifestazione e quelli che incrociano il percorso saranno chiusi per il tempo necessario a garantire il passaggio in sicurezza del corteo. A causa delle numerose variabili non prevedibili, tra cui numero di partecipanti e il ritmo di percorrenza del tragitto, non è possibile stabilire in anticipo gli orari e la durata delle chiusure, pertanto, è consigliabile l’utilizzo di viabilità alternative.

Nel dettaglio:

Corso Vercelli CHIUSO nel tratto compreso tra lungo Dora Napoli e corso Vigevano

Corso Emilia CHIUSO da via Cigna a corso Giulio Cesare

Corso Giulio Cesare, CHIUSO da corso Novara a lungo Dora Firenze

Lungo Dora Savona CHIUSO da corso Giulio Cesare a corso Regio Parco

Via Bologna CHIUSA da corso Novara a corso XI Febbraio

Corso Brescia CHIUSO da corso Giulio Cesare a corso Regio Parco

Lungo Dora Firenze CHIUSO da corso Giulio Cesare a corso Regio Parco

Corso Regina Margherita CHIUSO in superficie tra corso Giulio Cesare e Rondò Rivella

Corso Regio Parco CHIUSO in direzione Rondò Rivella da corso Palermo

Rondò Rivella CHIUSO nel tratto della perimetrale sud tra corso Regina Margherita e corso San Maurizio

Corso San Maurizio, carreggiata centrale, CHIUSO

Lungo Po Cadorna CHIUSO

Ponte Vittorio Emanuele I CHIUSO

Lungo Po Diaz CHIUSO

Corso Cairoli, carreggiata principale, CHIUSO

Corso Vittorio Emanuele II CHIUSO

Ponte Umberto I CHIUSO.

Il senso di marcia di Lungo Dora Napoli sarà invertito, mentre sarà consentito il transito delle seguenti strade: corso Vigevano, via Cigna, corso Novara, via Milano, corso Regina Margherita, sottopasso Repubblica, via Napione, corso Massimo D’Azeglio. Piazza Vittorio Veneto sarà aperta in attraversamento e piazza della Repubblica e il Mercato di Porta Palazzo saranno regolarmente APERTI.

Lungo tutto il percorso sarà in vigore il divieto di sosta permanente e continuo, dalle ore 9.00 del giorno 17 giugno fino al termine della manifestazione.

Divieto di sosta con rimozione forzata, dalle ore 8.00 fino a cessate esigenze su ambo i lati (compresi stalli disabili generici) e spostamento concordato stalli disabili ad personam, anche in corso Vercelli, tratto Emilia – Cuneo, viale Virgilio ambo i lati, da corso Vittorio Emanuele II a viale Mattioli compreso il piazzale antistante il n.c. 17 (Latteria Svizzera), corso Regina Margherita carreggiata sud, dal civico 105 a Rondò Rivella.

Anche i percorsi dei mezzi di trasporto pubblico che transitano nell’area interessata dalla manifestazione subiranno alcune deviazioni dalle ore 13.00 alle ore 20.00.


Source link