Jacobs settimo nei 100 della Diamond League a Parigi. Record per Kipyegon e Ingebrigtsen


L’azzurro parte bene, ma si irrigidisce e chiude in 10”21: vittoria per Lyles. Clamorosi primati nei 3000 siepi e 5000 femminili. Ingebrigtsen super nelle 2 miglia

La prima di Marcell Jacobs all’aperto nel 2023 è un 7° posto nei 100 al meeting di Parigi, quarta tappa della Diamond League. Vince lo statunitente Noah Lyles in 9”97 (vento -0.7 m/s) davanti al keniano Omanyala (9”98) e Tebogo (10”05). Il primo a essere deluso è l’azzurro che chiude in 10”21, tanto rigido quanto irriconoscibile dopo una buona partenza. “Una gara da buttare via, del cavolo, però almeno ho corso senza dolori. Adesso si lavora per le prossime gare – il commento a caldo del campione olimpico -. C’è dispiacere per il tempo, prima dell’ultima problematica (sciatalgia, ndr) stavo veramente bene”.

Tre record mondiali

—  

Ma il meeting di Parigi è soprattutto mezzofondo, con tre clamorosi record mondiali. Il primo lo firma il norvegese Jakob Ingebrigtsen, campione olimpico dei 1500 e iridato dei 5000, stampando un fenomenale 7’54”10 sulle 2 miglia (circa 3,2 chilometri), qualcosa come 4” meglio del precedente 7’58”61 del keniano Komen risalente al 1997. Ancora più sensazionale è il secondo primato in una settimana per Faith Kipyegon: dopo il record mondiale dei 1500 realizzato il 2 giugno a Firenze, la keniana vola anche sui 5000 in 14’05”20 ritoccando il 14’06”62 dell’etiope Letesenbet Gidey, oggi seconda. Infine ecco il capolavoro dell’etiope Girma nei 3000 siepi: la sua azione solitaria vale uno stratosferico 7’52”11 che migliora dopo quasi vent’anni il 7’53”63 del qatariota Shaheen.

Le altre gare

—  

La 4×100 azzurra con Lorenzo Patta, Marco Ricci, Fausto Desalu e Filippo Tortu chiude in 38”33, ma arriva la squalifica per cambio fuori settore (il secondo). Vince la Francia A in 38”22.


Source link