Juve, Juan Cuadrado lascia dopo otto stagioni


La società ha deciso di non prolungare il contratto in scadenza del 35enne colombiano, dall’ingaggio alto e reduce da una stagione non brillante

Nelle sue ultime parole dal ritiro della Colombia, Juan Cuadrado aveva lasciato più di uno spiraglio aperto all’ipotesi di rimanere alla Juventus per un altro anno. Di valutazioni alla Continassa nell’ultimo periodo ce ne sono tante molte, in effetti. Ma quella proposta di cui ha accennato il calciatore, in realtà, non è mai arrivata e non arriverà. L’esterno è giunto ai saluti dopo otto stagioni, dopo un bel rapporto caratterizzato negli ultimi anni da qualche incomprensione di troppo. Già l’anno scorso, quando era vicino a far scattare l’opzione di rinnovo per un altro anno e la società tentava di trovare un’intesa per un prolungamento con spalmatura dell’ingaggio, ci si era ritrovati di fronte a un malinteso a distanza, con il diretto interessato che negava l’offerta. Stavolta ha deciso di chiudere il club.

VALUTAZIONI

—  

La Juve molla la presa su Cuadrado per una valutazione di costo-convenienza. E non potrebbe essere diversamente per un trentacinquenne che da alcuni mesi ha abbassato in maniera considerevole il livello del suo rendimento. Nella stagione 2021-22 il colombiano era stato l’uomo assist di maggiore riferimento per la Juve, nella stagione appena terminata è rimasto abbastanza nell’ombra e a tratti fuori dai radar nei diversi momenti che richiedevano uno sforzo in più, soprattutto da parte dei senatori. Il club lo avrebbe trattenuto per un ingaggio ridotto, ben lontano dai 5,5 milioni che ha percepito fino a ora. Ma evidentemente per quel milione e mezzo, al massimo due, da investire, ha individuato una destinazione migliore, con una maggiore prospettiva futura.

FASCIA DESTRA

—  

Con l’infortunio di De Sciglio, che non tornerà in campo prima di fine anno, i bianconeri devono correre ai ripari con l’inserimento di almeno un altro calciatore in quel ruolo, forse anche due. Oltre al ritorno di Cambiaso (il Bologna ha chiesto di rinnovare il prestito, il ragazzo sarà valutato da Allegri durante il precampionato) la dirigenza sta ipotizzando altri scenari, tra calciatori d’esperienza che sono liberi di accasarsi e prestiti da club disposti a fissare una data lontana per la definizione del trasferimento. La lista dei nomi è lunga: da Holm, che è appena retrocesso con lo Spezia (ma è reduce da un infortunio) a Mazzocchi (che scalda meno), fino a un prestito potenzialmente di alto livello come Odriozola del Real Madrid. Al vaglio un po’ tutte le opportunità.

FUTURO CUADRADO

—  

Anche il futuro di Cuadrado è ancora tutto da decifrare. Il calciatore vorrebbe fare tappa in Spagna, e qui va tenuto d’occhio soprattutto il Valencia come possibile destinazione. Ma l’ipotesi Fenerbahçe, in Turchia, dov’è in arrivo Montella, sembra poter essere la più semplice. Potendosi muovere a parametro zero, il colombiano non ha fretta di decidere e resta in attesa di altre offerte: dopo l’impegno con la nazionale farà il punto con il suo agente, Lucci, per individuare la soluzione migliore. Per aprire una storia nuova, più breve e meno coinvolgente di quella vissuta alla Juventus, dove saluta con 314 presenze in tutte le competizioni: pochi stranieri hanno vestito per così tante partite la maglia bianconera, meglio di lui hanno fatto solo Pavel Nedved e David Trezeguet.


Source link