Juve, Pogba: “Gli infortuni vengono tutti dalla mia testa, ho preso 10 anni”


L’intervista del centrocampista al magazine francese Views: “Questa stagione è stata la più grande prova della mia vita, superarla sarà la mia più grande vittoria. Quando passi questo, sei pronto a tutto”

“E’ stata la prova più grande della mia vita. Questi ultimi mesi mi hanno fatto crescere enormemente. Ho preso dieci anni in sette mesi”. Paul Pogba ha parlato in patria, al magazine francese Views, e a prendere i titoli c’è quello che ha detto anche sui problemi fisici che hanno condizionato il suo ritorno alla Juventus: “Quando non stai bene nella testa, il corpo ti segue. E quindi tutti questi infortuni che mi sono capitati, penso che venga tutto dalla mia testa. Davvero, è stata la mia testa. E dopo, quando ho realizzato tutto questo, sono riuscito veramente a reagire, ho fatto un passo indietro e ho pensato a me stesso e al mio benessere”.

LA SALUTE E GIOCARE

—  

“Avere la salute e giocare, questo è tutto quello che chiedo”, è uno dei passaggi della lunga intervista rilasciata all’indomani dell’andata di Europa League col Siviglia, eppure pubblicata solo adesso ma ancora totalmente attuale, in cui il centrocampista francese ha spaziato dalla paternità alla nazionale francese fino al rapporto col razzismo (in particolare in Italia). “Questa stagione è stata una grande esperienza per me, che non può che essermi utile per il futuro. Ho cambiato squadra, ho avuto infortuni. È vero che è stato complicato, anche al di fuori del calcio. Ma ho imparato che le cose importanti per me sono la salute, giocare a calcio e la famiglia, e concentrarmi davvero su questo. Il mio corpo è il mio strumento di lavoro e il lusso più grande che puoi avere nella vita è la salute”.

LA PROVA PIU’ GRANDE

—  

Sugli effetti di un periodo così difficile, Pogba si è aperto: “Mi ha fatto crescere molto. Questi ultimi mesi mi hanno fatto crescere enormemente, mi hanno fatto capire tante cose della vita. Valgono come dieci anni. Ho preso dieci anni in sette mesi. Prove che mi hanno fatto crescere, maturare e imparare molto sulla vita, su quali sono le cose importanti. Mi ha davvero forgiato”. E ancora: “La stagione più difficile? Sì. Già solo cambiare squadra. Tornare qui, alla Juventus. Gli infortuni. I problemi extra sportivi. Ah, sicuramente quella è stata la prova più grande. La più grande della mia vita. Dopo aver superato tutto questo, sarà la mia più grande vittoria. Ecco come la vedo io: quando passi questo, sei pronto a tutto”.


Source link