Leao: “Mai pensato di lasciare il Milan, qui per fare la storia”


Il portoghese, impegnato con la nazionale per le sfide di qualificazione a Euro 2024, ha parlato in conferenza: “Avevo già deciso ancor prima di firmare il rinnovo”

La stagione di Leao non è ancora finita. C’è tempo per un altro paio di partite con la nazionale e per una nuova dichiarazione d’amore nei confronti del Milan, con cui ha appena rinnovato fino al 2028. “Non ho mai pensato di andare via, voglio scrivere la storia del club“. Il portoghese, impegnato per le qualificazioni a Euro 2024 con il Portogallo di Roberto Martinez, ha parlato così in sala stampa prima di sfidare la Bosnia di Dzeko: “Il gruppo è sempre stato unito anche con Fernando Santos, ma forse ora i giocatori sono più liberi di esprimere il proprio gioco”.

Milan

—  

Leao ha parlato anche del rinnovo appena siglato con il Milan: “Avevo già deciso ancor prima di firmare. Ho detto ai dirigenti che era quello che volevo. Quando sono arrivato al Milan, la società mi ha sostenuto in modo incredibile. Non ho mai pensato ad altri club o di lasciare l’Italia”. Una domanda anche su Taremi, l’iraniano finito nel mirino della società, ma Leao non ha commentato: “Non mi occupo di queste cose, sono concentrato sulla nazionale”. Sul suo impiego con il Portogallo ha risposto così, invece: “Non penso al minutaggio, a fare il titolare o alla panchina, ma a dare il massimo. Cerco di migliorare, la cosa più importante è rappresentare la nazionale. Martinez ha piena fiducia in me. Dopo gli allenamenti cerca sempre di aiutarmi e farmi migliorare. C’è un rapporto di questo tipo con lui, così è più facile”. Leao sfiderà la Bosnia in casa il 17 giugno e l’Islanda il 20, in trasferta.


Source link