Mariella Scirea: “Il mio Gaetano non aveva nemici, era un gentiluomo”


Non è facile portare il nome di Scirea che era il più bravo, il più gentile, il più schivo, un vero antidivo condannato a diventare divo da una morte atroce. Muore giovane chi al cielo è caro. È un detto che sta a pennello sulla figura di Gaetano Scirea che avrebbe da poco compiuto settant’anni. E invece siamo qui a parlarne con Mariella, la sua sposa, tuttora vibrante in una memoria calda, piegata ma non rassegnata e meno che mai vinta dal destino.


Source link