Mercato City, cessioni Gundogan, Bernardo Silva e Walker


Il difensore, cercato dal Bayern Monaco, si aggiunge all’elenco dei possibili partenti della squadra di Guardiola

L’aria di festa a Manchester non si è ancora spenta: lunedì la parata per il triplete ha portato più di centomila tifosi del City nelle strade della città. Ma la realtà del mercato ha subito bussato alla porta dei campioni di tutto, che il 6 agosto quando affronteranno l’Arsenal a Wembley nel Community Shield, il primo trofeo della nuova stagione, potrebbero non avere più in rosa tre eroi del triplete: Ilkay Gündogan, Bernardo Silva e Kyle Walker.

walker

—  

L’addio del difensore 33enne, fondamentale per fermare Vinicus nella semifinale di Champions col Real, è la novità delle ultime ore. Walker è finito sul radar del Bayern Monaco, che Thomas Tuchel sta cercando di rimodellare, dopo aver capito che il suo minutaggio nella prossima stagione sarà ridotto e non aver digerito l’esclusione dalla finale di Champions. Come per tutti i giocatori scontenti, Guardiola e il City non si opporrà alla cessione. Sul piatto del difensore ci sono anche gli interessi di Sheffield United e dell’Arabia Saudita, ma il Bayern gli offre la stessa vetrina europea che Walker aveva il City e cerca un rimpiazzo a destra per Benjamin Pavard. L’apice della stagione di Walker è stata la semifinale col Real, ma il suo 2022-23 nel complesso è stato con più ombre che luci, tutte concentrate nel finale di stagione in cui si era ripreso il posto da titolare perso quando Guardiola aveva deciso di passare al 3-2-4-1 ritenendolo inadatto a fare il difensore ibrido avanzato a centrocampo.

Gündogan

—  

Quello del capitano che ha alzato i tre trofei del triplete sarebbe l’addio più doloroso. Gündogan è stato il primo acquisto dell’era Guardiola e col tecnico oltre all’epopea condivide anche un pianerottolo. Nel finale di stagione, il tedesco ha raggiunto il livello “Zidane” (come lo chiamano scherzosamente i compagni), facendo la differenza oltre che col suo fosforo anche con i gol, come i due segnati nel derby col Manchester United valso l’FA Cup. Il 32enne è ufficialmente senza contratto: le trattative per il rinnovo col City non sono mai decollati, coi campioni fermi ad un anno con opzione per il secondo e il capitano convinto di essersi meritato più tranquillità, come ad esempio il biennale con opzione su un terzo anno che gli offre il Barcellona. Guardiola ha da tempo detto che vorrebbe la conferma di Gündogan, ma la situazione non decolla. Il Barça aspetta solo il sì definitivo, con l’Arsenal decisa almeno a farsi avanti: Gündogan però preferirebbe non “tradire” la squadra con cui ha vinto tutto e andare all’estero.

bernardo silva

—  

Guardiola considera il portoghese uno dei migliori giocatori che abbia mai allenato, per intelligenza tattica, talento e comprensione del gioco. Eppure Bernardo Silva ha da tempo voglia di lasciare Manchester: nonostante la serenata di Jack Grealish sul tram che portava alla parata del triplete, questa potrebbe essere l’estate buona per l’addio. Il Psg gli strizza l’occhio da tempo, e il 28enne portoghese non è immune al richiamo della capitale francese. Il City, se fosse il giocatore a chiederlo ufficialmente, non si opporrebbe all’addio ma non avrebbe nessuna intenzione di svenderlo: la richiesta è di 85 milioni di euro.

addii e rinforzi

—  

Oltre a Walker, Gündogan e Silva, potrebbero lasciare il City in estate anche Riyad Mahrez, che potrebbe essere il prossimo grande nome a sbarcare in Arabia Saudita, e Aymeric Laporte, chiuso in difesa dall’esplosione di Aké e Akanji. Anche per questo il City è già al lavoro per trovare rinforzi. Per il centrocampo è stata da tempo trovata l’intesa con Mateo Kovacic, ora va trovata quella col Chelsea, con cui il croato ha un contratto in scadenza nel 2024. Per la difesa l’obiettivo è Josko Gvardiol, per cui il Lipsia chiede 90 milioni di euro. Il City è alla finestra per Declan Rice, il centrocampista della nazionale inglese che il West Ham valuta 120 milioni di euro e che preferirebbe l’Arsenal. La festa per il triplete con i suoi eroi sembra davvero lontana


Source link