Migranti, almeno 79 morti dopo un naufragio in Grecia


Il peschereccio si è capovolto 47 miglia a sudovest di Pylos. L’imbarcazione era salpata dalla Libia

È di almeno 79 morti il bilancio delle vittime del naufragio di un peschereccio al largo delle coste della Grecia, avvenuto a 47 miglia nautiche a sudovest di Pylos, nel Peloponneso. Le persone tratte in salvo, invece, sono 104. Di queste, quattordici sono state trasferite all’ospedale di Kalamata. A riferirlo è la Guardia Costiera greca che sta coordinando le operazioni di salvataggio.

naufragio in grecia

—  

Secondo le prime ricostruzioni, il peschereccio coinvolto nel naufragio era lungo 30 metri. Inoltre, secondo quanto riportato dai soccorritori intervenuti, a bordo dell’imbarcazione c’erano tra le 500 e le 700 persone. Tuttavia, stando alle “dichiarazioni delle persone che si trovavano a bordo, il numero dei passeggeri era di 750: temiamo che purtroppo il numero dei morti salirà di molto” ha spiegato il governatore della regione del Peloponneso, Panagiotis Nikas. L’agenzia di stampa Ana-mpa, ha riferito che il peschereccio era salpato da Tobruch, in Libia.

Secondo quanto riferito dalla televisione pubblica greca Ert, da ore sono in corso le operazioni di ricerca e soccorso con motovedette, una scialuppa di salvataggio della guardia costiera greca, una fregata della marina greca, sette navi galleggianti, un elicottero della marina greca e un drone di Frontex, l’agenzia dell’Ue per la protezione delle frontiere. Decine di migranti soccorsi sono stati portati in aree riparate allestite nel porto di Kalamata per ricevere vestiti asciutti e cure mediche.

l’origine del naufragio

—  

La tragedia avrebbe avuto origine dai movimenti delle persone a bordo della nave: “La parte esterna” era piena di persone e presumiamo lo stesso per l’interno. Ciò che i miei colleghi hanno visto quando sono andati sul posto, è che la nave era sovraccarica” ha raccontato il portavoce della Guardia Costiera greca, Nikolaos Alexiou, a ertnews.gr. “A causa di uno spostamento delle persone che erano all’interno della nave, questa è affondata“. 

la reazione dell’europa

—  

“Sono profondamente addolorata per la notizia del naufragio al largo delle coste greche e per i tanti morti segnalati. Sono molto preoccupata per il numero di persone scomparse” ha scritto su Twitter la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. “Dobbiamo continuare a lavorare insieme, con gli Stati membri e i Paesi terzi, per prevenire simili tragedie”. 

“Sono profondamente rattristato dal tragico naufragio al largo della costa di Pylos nel sud della Grecia, con tante giovani vite perse” ha commentato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. “Un promemoria straziante che dobbiamo porre fine al business senza scrupoli dei trafficanti. I leader dell’Ue affronteranno la questione al vertice di giugno“.




Source link