Moto2 Mugello, pole e caduta per Canet


In qualifica lo spagnolo del team Pons fa il miglior tempo, ma poi cade ed è portato per controlli al Centro Medico. Tony in quarta fila, mentre il migliore degli italiani è Vietti, settimo

Dall’inviato Massimo Brizzi

– scarperia (firenze)

Gioie e dolori. Sotto le nubi del Mugello Aron Canet conquista la pole del GP d’Italia della Moto2, ma pochi minuti dopo cade malamente alla Poggio Secco, rialzandosi dolorante al punto di dover essere portato al Centro Medico per controlli. Con il tempo di 1:50.796 lo spagnolo del team Pons precede Pedro Acosta, staccato di 159 millesimi e per la prima volta non in testa in una sessione del week end, e Sam Lowes, terzo a 0.162 a completare la prima fila. Male Tony Arbolino: il leader del Mondiale è solo 10. a 0.449, a conferma delle sue difficoltà e chiamato a una gara di rincorsa.

speranza vietti

—  

Il tricolore si aggrappa a Celestino Vietti, settimo a 0.301 con la Fantic, alle spalle di Joe Roberts (+0.212), Filip Salac (+0.230) e Jake Dixon (+0.242). Nei dieci anche le due Boscoscuro, con l’ottavo tempo di Fermin Aldeguer e il nono di Alonso Lopez. Indietro anche Mattia Pasini, in pista come wild card: il riminese è 18° con la Kalex del team Fieten Olie.

la q1

—  

Passati dal taglio della Q1 Joe Roberts, Ai Ogura, Jeremy Alcoba e Darryn Binder. Indietro gli italiani con Dennis Foggia settimo e Lorenzo Dalla Porta quindicesimo. 




Source link