Neonata rischia di perdere la vista, corsa contro il tempo dei medici per salvarla dalla cecità

La sua vita è iniziata come una camminata sul filo, in equilibrio, rischiando di non farcela. E sta andando avanti combattendo per scongiurare o quantomeno limitare i gravissimi danni che si possono manifestare quando si nasce prima del tempo, alla ventiseiesima settimana di gestazione e si pesa poco più di mezzo chilo, 545 grammi. Questa è la storia di una neonata che sabato è arrivata a Torino con un volo militare partito da Alghero.

Tra i problemi legati al parto anticipato, la piccola ha sviluppato una retinopatia del prematuro, patologia purtoppo frequente in questi casi che, se non adeguatamente trattata, può portare a danni visivi irreversibili e alla cecità. Di qui la decisione di trasferire la piccola, ad appena 42 giorni di vita, dall’ospedale di Sassari in una culla termica su un volo messo a disposizione dall’aeronautica militare per permetterle il ricovero al Maria Vittoria, ospedale d’eccellenza per questo tipo di cure. Ora la bimba pesa poco più di un chilo. Oltre a crescere sotto l’attenta vigilanza dei neonatologi, gli oculisti hanno iniziato il trattamento della retinopaita in collaborazione con l’ospedale Oftalmico.


Source link