Nichelino prima città genderless: rivoluzione nella modulistica e nei registri pubblici

Nichelino diventa città genderless. È stato siglato ieri un protocollo, quasi unico in Italia, che parte da una città di periferia di poco meno di 50 mila abitanti, per attivare carriere alias per il personale comunale e la cittadinanza attraverso il registro di genere e per le scuole, con l’obiettivo di fornire servizi pubblici genderless.

A sottoscrivere l’intesa il Comune di Nichelino con Città metropolitana di Torino, carabinieri, Asl To5, polizia municipale e l’istituto Erasmo da Rotterdam insieme al coordinamento Torino Pride. “A Nichelino – spiegano il sindaco Giampietro Tolardo e l’assessore Alessandro Azzolina – sarà revisionata la modulistica e la comunicazione comunale attraverso l’uso di linguaggio inclusivo e partirà una formazione costante per cittadinanza, dipendenti, personale di polizia e scuole”.

La Città metropolitana, intervenuta con la consigliera delegata alle Politiche di parità, Valentina Cera, si è impegnata a partecipare al tavolo interistituzionale per il contrasto all’omotransnegatività e per l’inclusione delle persone Lgbt, ad implementare il lavoro di rete con momenti di incontro e confronto con il territorio favorendo lo scambio di buone prassi e a diffondere il protocollo a tutti i Comuni del nostro territorio.


Source link