Novara, fermato con stupefacente in un sacchetto della spesa, era stato espulso nel 2021

Nella serata dell’8 giugno, durante il servizio di controllo del territorio, un equipaggio della Polizia di Stato – Squadra Volante, transitando lungo via Leonardo da Vinci a Novara ha sottoposto a controllo un ragazzo appena sceso da un treno avente tratta Milano – Biella.

Il ragazzo, visibilmente nervoso al controllo degli agenti, viaggiava portando con sé una busta da spesa all’interno della quale c’era un grosso involucro di cellophane di colore trasparente contenete due forme rettangolari di sostanza stupefacente verosimilmente del tipo hashish dal peso successivamente accertato di 194, 2 grammi, che veniva sottoposto a sequestro.

Trasportato in Questura per gli accertamenti di rito, è emerso che il giovane era irregolare sul territorio nazionale e non avevacon sé alcun documento valido per l’identificazione. Inoltre era destinatario di un ordine di abbandonare il territorio nazionale emesso nell’anno 2021.

Inoltre si è deciso di sottoporre a sequestro il telefono cellulare in possesso al ragazzo, poiché fonte di prova legata all’attività di spaccio posta in essere dallo stesso.

Per questi motivi il giovane è stato accompagnato in Questura e deferito in stato di arresto per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio ed in stato di libertà per ingresso irregolare sul territorio nazionale.

Lunedì 12 giugno si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto in carcere, durante la quale al ragazzo è stata applicata la misura del divieto di dimora nella provincia di Novara.


Source link