Picchia la moglie perché si rifiuta di rubare al supermercato: arrestato


Lei si rifiuta di commettere un furto al supermercato, lui la picchia fino a farle perdere i sensi. È una storia di violenza in famiglia quella che si è consumata tra marito e moglie  due giorni fa, a Rivoli, in provincia di Torino. E che è costata l’arresto per maltrattamenti a un uomo italiano di 51 anni.

 

Mancano poche ore all’alba di lunedi quando la donna, un’italiana di mezza età, come il marito, arriva in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Rivoli: è semi cosciente, è svenuta da poco, ha un taglio sulla mano destra. I medici capiscono che è vittima di un’aggressione, allertano il 112. Dopo poco arrivano i carabinieri della compagnia di Rivoli, che avviano le indagini.

 

I militari in poche ore riescono a riavvolgere il nastro della vicenda e a risalire al presunto responsabile dell’aggressione, il marito. L’uomo era alticcio quando ha chiesto alla moglie di rubare della merce in un supermercato. Lei si rifiuta, lui l’aggredisce. Si sfoga e picchia la moglie per l’ennesima volta, è il sospetto dell’accusa.

 

Dopo essersi sfogato sulla moglie, arrivando a danneggiarle la macchina per impedirle di scappare, il 51enne nel cuore della notte ha iniziato a vagare per le strade di Rivoli.

 

I militari l’hanno intercettato in corso Francia. L’hanno bloccato, portato in caserma e infine arrestato. Nelle tasche dell’uomo sono stati trovati un coltellino e un grammo di hashish, motivo per il quale è stato segnalato come assuntore alla prefettura. La moglie, ancora sconvolta, è stata curata e rimandata a casa con cinque giorni di prognosi.


Source link