Scoperta casa di prostituzione ad Asti, in due mesi accertati più di 800 clienti per quattro donne

La Squadra mobile di Asti – 2ª Sezione Reati contro la Persona, in pregiudizio di minori, prostituzione e reati sessuali, a seguito di un’attività d’indagine iniziata nel 2022 e coordinata dalla Procura della Repubblica di Asti, ha eseguito alcune misure cautelari ed un sequestro di un immobile nei confronti di alcuni soggetti gravemente indiziati di sfruttare e favorire la prostituzione di donne.

L’indagine, particolarmente approfondita e supportata da attività tecnica e servizi di osservazione, ha permesso di raccogliere gravi indizi di reità a carico di 10 soggetti, a vario titolo coinvolti nel favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione in una casa di prostituzione in Asti, sita in Via Comentina e in alcuni altri alloggi siti in Torino.

I personaggi di maggior spicco nella gestione delle case di prostituzione sono due donne supportate in ogni aspetto da un uomo residente a Torino e da un altro residente ad Asti con il ruolo di proprietario e locatore dell’appartamento sequestrato che, ben conscio dello sfruttamento, lucrava sui relativi canoni.

Nella gestione dell’alloggio di Asti si è potuto appurare che le due donne avessero creato tutta la struttura di supporto all’attività da loro gestita in modo imprenditoriale, ovvero la pubblicità sul web, utenze dedicate a fungere da centralino, il reclutamento delle nuove prostitute e sistemi di rendicontazione dei guadagni. Nel periodo di monitoraggio di circa 2 mesi sono stati accertati ben 825 clienti, lo sfruttamento di 4 diverse prostitute, il tutto per un volume di affari di almeno circa 42 mila euro.

Nel corso delle operazioni di esecuzione, una delle due donne è stata arrestata e condotta in carcere, uno dei due uomini ristretto agli arresti domiciliari mentre gli altri due protagonisti della vicenda sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione quotidiano alla P.G. Il secondo uomo inoltre è stato denunciato all’A.G. per il possesso di un fucile privo di matricola.

Inoltre, durante la perquisizione nella casa di prostituzione astigiana, è stata sottoposta a fermo d’indiziato di delitto un’altra donna, gravemente indiziata di aver gestito, nell’ultimo periodo, la casa di prostituzione astigiana, sfruttando almeno 2 prostitute e gestendo un’intensa movimentazione di clienti. L’appartamento è stato infine sottoposto a sequestro preventivo.

Anche le perquisizioni a carico degli altri indagati hanno dato esito positivo, permettendo di sequestrare circa 18000 euro, mentre sul restante materiale in sequestro sono ancora in atto approfondimenti.


Source link