Torino, dal 29 giugno al 15 luglio torna Flowers Festival

Da giovedì 29 giugno a sabato 15 luglio 2023, nel Cortile della Lavanderia a Vapore nel Parco della Certosa di Collegno (To), torna Flowers Festival, la rassegna estiva punto di riferimento cittadino e tra i più importanti Festival a livello nazionale, organizzata e promossa da Cooperativa Culturale Biancaneve e Associazione Culturale Hiroshima Mon Amour e in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo, con il patrocinio del Ministero per la Cultura, con il sostegno di Città di Collegno, Città Metropolitana di Torino e Regione Piemonte e con il contributo di Iren Sustainability Partner.

Tra prime volte e ritorni, alcuni grandi nomi della musica italiana, da Daniele Silvestri (6 luglio) con Estate X, il tour full band con cui cambierà ancora una volta atmosfera e narrazione, ritrovando sia le amate chitarre elettriche sia i brani più coinvolgenti e i ritmi serrati da grandi spazi, ai Baustelle (13 luglio) che proseguono il loro viaggio con gli appuntamenti estivi di Elvis Tour; dal rock d’autore degli Zen Circus e di Giancane (30 giugno) al pop da primo in classifica di Tananai (14 luglio) per proseguire tra le principali rivelazioni dell’ultimo Festival di Sanremo con l’eccentricità di Rosa Chemical e il rap a tinte pop del giovane Olly (1 luglio).

Lo show di Edoardo Bennato (8 luglio), la leggenda vivente della musica italiana, il primo artista rock capace di riempire uno stadio oltre 40 anni fa, torna sul palco di un festival abbandonando per una sera i teatri apre il focus sulla scena napoletana rappresentata anche dai Nu Genea (9 luglio), ensemble nu jazz di primissima fascia a livello europeo e da Luchè (12 luglio), re dell’urban nazionale che conquista tutti con le sue barre, dimostrando che non c’è limite né confine territoriale alla musica, introdotto per l’occasione da Kid Yugi, talento tarantino classe 2001 che sta attirando a sé l’attenzione della scena.

Il Rap è stato alfiere di Flowers in tempi non sospetti e anche quest’anno ampio spazio è dedicato alla scena che più piace ai giovani con Carl Brave (3 luglio), tra i protagonisti dell’ondata rap che dalla Capitale ha conquistato tutto il Paese, con il suo mix di rap, pop e cantautorato di successo, stile che contraddistingue anche i Coma Cose (4 luglio); con Murubutu, Claver Gold, Johnny Marsiglia, Mattak (11 luglio) per la prima volta insieme dal vivo con le loro grandi qualità di performers, writers e storytellers in uno spettacolo del tutto inedito; fino a due importanti nomi della scena Hip Hop nazionale, entrambi ospiti di un concerto che è già leggenda: l’unica occasione per vedere dal vivo l’iconico trio rap torinese Ensi, Raige e Rayden, in una parola Onemic, insieme ad un altro importante sodalizio artistico, tra le novità più autentiche e originali, sia per liriche che per sonorità, della nuova scena urban contemporanea, Silent Bob & Sick Budd (2 luglio).

Negli anni Flowers ha ospitato artisti che hanno nel loro DNA l’ambizione di parlare di temi globali in modo diretto e efficace. Anche questa edizione prosegue in questa direzione. C’è molta “strada”, molta società e attualità nei temi, nei testi e nei modi: più diretti ed espliciti nel caso degli spagnoli Ska-P ai quali è affidato l’evento inaugurale del festival (29 giugno), una festa da condividere insieme anche all’energia dei Dubioza Kolektiv; più sotterranee come nel blues psichedelico franco-marocchino dei Bab ‘L Buz (9 luglio); innovativi e capaci di raccontare la contemporaneità con il tocco unico dei beatmaker giramondo Dub FX e del dj e producer multiplatino, Mace (5 luglio) .

Flowers chiude questa edizione con un altro grande ritorno sulle scene, un’ibridazione tra teatro, musica, cinema, tv, nuovi media: I Soliti Idioti (15 luglio), tornati recentemente al grande pubblico con un trionfale tour teatrale.


Source link