Torino, in via Po la pavimentazione sarà con le lose

Via Po manterrà la pavimentazione con le lose.

Ad annunciarlo Chiara Foglietta, l’assessora alla Viabilità, nel corso della riunione della commissione Viabilità, presieduta da Tony Ledda, commentando le mozioni presentate da Enzo Liardo e Dorotea Castiglione relative al futuro assetto di via Po.

Foglietta ha annunciato che i lavori di riqualificazione della via dovranno necessariamente terminare entro la fine dell’anno prossimo, dovendo la Città rendicontare i costi di 5 milioni provenienti dal PNRR entro il 31.12.2024.

La posa delle lose costerà 1.700.000 euro in più rispetto ai costi previsti ma il 50%, su parere favorevole della Sovrintendenza, dovrebbe essere finanziata dal Ministero della Cultura.

Per evitare che vengano sollevate e spostate a seguito del ripetuto passaggio di mezzi pesanti, durante il ripristino le lose verranno ‘sigillate’: una scelta che fa crescere i costi di posa ma che dà all’intervento su via Po un vero carattere di conservazione e restauro di una via dal valore storico e architettonico di pregio.

Ha dichiarato Foglietta.

Fino a ottobre 2023 su via Po opereranno principalmente Smat e Ireti (grazie a un importante lavoro di Città nel coordinamento di tutti i lavori che insistono sulla stessa zona) per il rifacimento degli impianti dell’acquedotto e di distribuzione dell’energia elettrica. Gtt, per quel periodo, sarà impegnata unicamente sull’incrocio tra le vie Po e Rossini, con cantieri di piccola dimensione per il rifacimento del manto stradale.

Le attività di sostituzione dei binari saranno organizzate con un cantiere mobile per isolati che partirà da piazza Vittorio e avanzerà in direzione piazza Castello, restituendo progressivamente le aree ultimate. Il via a novembre di quest’anno per raggiungere poi via Rossini, dove la fine dei lavori è prevista per agosto del prossimo anno.

Parallelamente, con l’avanzamento e la chiusura dei cantieri nel primo tratto, questi si estenderanno anche nella restante parte di via Po fino a piazza Castello, per concludersi entro il mese di dicembre del 2024.

L’assessora ha inoltre confermato che la via non sarà chiusa al traffico. Almeno una corsia, da piazza Castello verso piazza Vittorio, rimarrà sempre percorribile dai veicoli, ma per lunghi periodi il transito sarà consentito in ambedue i sensi.

Considerato che si sarebbero dovuti effettuare interventi sui binari del tram, ha sottolineato Foglietta, si è ritenuto di consultare le aziende dei sottoservizi per condensare i lavori in un unico arco temporale, limitando cosi i disagi.

Rispondendo alle domande dei consiglieri, l’Assessora ha assicurato che sarà assicurata l’accessibilità degli attraversamenti pedonali per tutti e che, considerata la durata di oltre sei mesi dei cantieri, secondo quanto previsto dalle normative saranno previsti sgravi commerciali ai commercianti.


Source link