Torino, ladro irriducibile sfida i magistrati e ruba i portafogli in tribunale


La destrezza non è mancata, la sfrontatezza nemmeno. Suona come una provocazione, infatti, la raffica di furti capitati nel tempio della giustizia da qualcuno che ha agito per disperazione o magari per vendetta. Qualcuno che ha rubato indisturbato, entrando e uscendo dalle stanze di magistrati, dipendenti e cancellieri, salendo e scendendo piani, aprendo porte e magari richiudendole anche dietro di sé, senza essere scoperto e nemmeno notato da nessuno.


Source link