Tourist Trophy 2023, show di Hickman. Quel fascino unico di una gara bella e maledetta


Nella Senior TT il 36enne Hickman sulla sua M 1000 RR di Monster Energy by FHO Racing BMW ha vinto davanti a Harrison e Dunlop. Ma anche quest’anno il tributo di sangue non è mancato e rinfocola l’eterno dibattito sull’esistenza stessa della pericolosissima corsa nell’Isola di Man

Archiviata l’edizione numero 102 del Tourist Trophy tra il 29 maggio e il 10 giugno con grandi corse, grande show, grande pubblico, grandi rischi e tanti incidenti, anche stavolta uno mortale. Piloti e fan provenienti da tutti i continenti, copertura mediatica e tv da far invidia alla MotoGP…. Il TT c’è: o lo si ama o lo si odia, o lo si eleva a paradiso del motociclismo o lo si inabissa, inferno per esaltati. Dicevano gli antichi romani: “A fronte praecipitium a tergo lupi”, “un baratro davanti, alle spalle i lupi”. Ecco il Tourist Trophy, per chi corre lì e per chi lì va da spettatore, “The Race”. Quella è la corsa. Un mix di mito e follia. Nella corsa finale di questa edizione, la Senior TT di sabato 10 giugno, è stato il 36enne Peter Hickman sulla M 1000 RR di Monster Energy by FHO Racing BMW a trionfare battendo Dean Harrison e Michael Dunlop, quest’ultimo atteso, invano, alla cinquina finale dopo il poker delle prime gare. 


Source link