Travelin: il primo travel planner per l’inclusività e l’accessibilità

Travelin è il primo travel planner d’Europa a promuovere l’accessibilità e l’inclusività, semplificando le esperienze di viaggio di tutti e, in particolare, delle persone affette da varie limitazioni, quali anzianità e disabilità, che potrebbero quindi trovarsi in difficoltà di fronte a spazi poco accessibili.


È infatti proprio da una difficoltà che nasce l’idea di Travelin, grazie all’inventiva di Marta Grelli, una giovane torinese che, durante un viaggio a Parigi insieme ad un’amica non vedente, si è ritrovata in una situazione alquanto spiacevole: giunte in hotel, l’amica di Marta è stata respinta perché sarebbe dovuta entrare con il suo cane guida. Da questo episodio, è nata la volontà di creare un servizio che possa aiutare le persone con disabilità a pianificare i propri viaggi personalizzati.

 

Questo ambizioso progetto, già attivo sul sito www.travelin.me, si occupa di turismo culturale ed esperienziale e coinvolge numerosi enti e comuni, che stanno attivando degli operatori per mappare l’accessibilità delle attività territoriali: questo è già un grande passo perché, come dichiarato dall’ideatrice di Travelin, primo obiettivo della piattaforma è quello di cambiare la narrazione sulla disabilità e sull’accessibilità, così da garantire a tutti un dignitoso accesso ai servizi pubblici e privati.


Source link