Tre giorni di musica aprono la casa dei Fridays for future

C’erano anche don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, e il cantante Willie Peyote all’inaugurazione ieri di Kontiki, lo spazio aperto dalla collaborazione tra i Fridays For Future e Arci in via Cigliano, nel quartiere di Vanchiglietta.

(ansa)

La festa per l’inaugurazione della prima sede italiana del movimento nato sulla scia dello sciopero del clima di Greta Thunberg durerà pe tutto il week end e sono molti gli artisti che hanno annunciato la loro partecipazione, da Max Casacci a Eugenio Cesaro degli Eugenio in Via di Gioia a Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz. E sono previsti anche interventi del divulgatore Andrea Vico e dello scrittore Fabio Geda.

(ansa)

Temi degli incontri, “Mediterraneo: la frontiera più letale al mondo”, “Arte, moda, innovazione: l’attivismo di oggi e di domani”, “Può la musica sostenere la battaglia per l’ambiente”‘, “Scuola e politica: come mantenere un dialogo aperto?”, “Mangiare come atto politico. Ristorazione consapevole e agricoltura organico-rigenerativa”.

“Sarà uno spazio accessibile, inclusivo, una casa per tanti ragazzi e gruppi di attivismo ambientale che, fin ora, si erano sentiti apolidi”, promettono gli organizzatori dell’iniziativa, riuniti nell’associazione “Giustizia climatica ora”. La sede dei Fridays For Future trova posto nei locali che ospitavano il circolo Molo di Lilith e ha preso il nome Kontiki, omaggio alla zattera su cui Thor Heyerdahl si imbarcò assieme ad altri cinque sognatori con l’obiettivo di attraversare l’oceano Pacifico.

All’interno dello spazio i “ragazzi di Greta” ospiteranno incontri, spettacoli, presentazioni di libri. Inoltre alcuni locali potranno essere usati come aula studio e per laboratori con le scuole.


Source link