Tudor dopo Juventus-Lazio di Coppa Italia

Il tecnico biancoceleste analizza il 2-0 subito a Torino nell’andata delle semifinali di Coppa Italia: “Abbiamo lavorato poco insieme e pagato lo sforzo di sabato. Le uscite di Patric e Zaccagni non ci hanno aiutato. Ma possiamo farcela al ritorno”

Il 2-0 è pesante. Difficile da rimontare. Soprattutto se la sua Lazio è quella vista all’Allianz di Torino nella semifinale d’andata di Coppa Italia contro la Juventus. E non quella del suo debutto in panchina, quella che solo sabato scorso aveva piegato i bianconeri in campionato, seppur in pieno recupero (1-0). Eppure Igor Tudor lo accetta con relativa serenità: “Ci sono stati un po’ di problematiche. Ma la Lazio ha giocato un buon primo tempo. E il 2-0 si può rimontare”.

Analisi

—  

 Ancora il tecnico croato: “Abbiamo speso tanto tre giorni fa, certo le uscite di Zaccagni e Patric non ci hanno agevolato. Abbiamo avuto problemi davanti e poi la fisicità della Juve ci ha messo un po’ sotto. Però ci sta tutto. Ma, ripeto, con il 2-0 è tutto aperto. In vista del derby mi tengo il buon primo tempo da parte. Abbiamo fatto pochi allenamenti insieme. C’è gente che ha ancora nelle gambe il ricordo del recente passato. Ma la Juve ha una fisicità enorme rispetto a noi”. E ancora: “Noi abbiamo fatto 90 minuti bene. Diciamo che su quattro tempi contro la Juve ne abbiamo fatti bene tre. Loro hanno giocatori che valgono cento milioni. Giocano un calcio più fisico e i miei non hanno queste caratteristiche. Dobbiamo lavorare e quando avremo qualche allenamento in più miglioreremo. Ci è mancata anche lucidità a livello fisico, Casale è entrato dopo due giorni che non ha dormito perché ha avuto un bambino. Faccio complimenti ai ragazzi. Si parte da 2-0 ma c’è il ritorno”.




Source link